Il packaging

Nel percorso di innovazione intrapreso da Ideariso uno dei primi aspetti analizzati è stato la garanzia di conservazione ottimale del riso, che deve arrivare al consumatore intatto, come appena lavorato, in particolare il riso integrale.



Osservando come viene utilizzato il riso in cucina ci siamo preoccupati di avere una confezione che rendesse comodo il dosaggio e che consentisse di essere richiusa quando una parte del riso rimanesse nella confezione. 

Un’altra preoccupazione è stata anche la compatibilità ambientale del packaging, dove plastica e metallo giocassero un ruolo minore.

Volevamo ovviamente una confezione che fosse bella e piacevole da tenere sul proprio scaffale in cucina. 

Un packaging con queste caratteristiche non esisteva e quindi l’abbiamo sviluppato in Ideariso partendo da materiali semplici e naturali, come il cartone e la banda stagnata, ma con una forma ergonomica e che consentisse le massime performance di conservazione delle caratteristiche del riso appena lavorato. 

E’ nato quindi il tubo Ideariso, fatto di cartone alimentare, senza l’uso di sacchetti di plastica all’interno, sigillato per essere in atmosfera controllata.

La nostra confezione offre la possibilità di essere utilizzata per mille usi dopo aver consumato il riso. E’ una confezione che continua la sua vita e il suo uso anche quando il riso è finito. 

Abbiamo dedicato molto tempo anche al design ed alla funzionalità. Ogni varietà di riso si riconosce per un colore diverso ed è immediatamente identificabile sullo scaffale e nella dispensa di casa.